Dichiarava residenza in Nigeria per truffare Erario, responsabile società scommesse nei guai

Dichiarava residenza in Nigeria per truffare Erario, responsabile società scommesse nei guai

Aveva stabilito la propria residenza fiscale nella Repubblica di Nigeria, ma in realtà ha abitato prima a Calco, in provincia di Lecco, e poi a Verona. Per questo la Guardia di Finanza del centro lombardo si è subito mossa nei confronti di un imprenditore brianzolo, colpevole di aver evaso le tasse per molti anni.

Sin dall’anno 2013, infatti, l’uomo aveva omesso di presentare la dichiarazione dei redditi al Fisco italiano. La truffa è emersa grazie alle indagini portate avanti dal Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Lecco, Nicola Preteroti.

Come riportato dalla testata locale “Il Giornale di Lecco”, l’uomo risultava regolarmente iscritto all’Anagrafe degli Italiani Residenti all’ Estero nella Repubblica della Nigeria, dove l’imposizione fiscale risulta inferiore rispetto all’Italia. Nello stato africano, il lecchese operava come responsabile commerciale di una società attiva nel settore delle scommesse online. Sempre in Nigeria l’uomo aveva stabilito quindi la propria residenza fiscale, ma per la GdF le cose non stanno affatto così.

L’uomo, infatti, risulta ora residente a Verona dopo aver abitato per diversi anni a Calco, in provincia di Lecco. Questo stratagemma gli ha permesso di truffare a lungo l’Erario, sottraendo in totale una cifra vicina ai sei milioni di euro. Non solo: l’indagine ha fatto emergere anche un’imposta non pagata di 1,3 milioni di euro. Il sequestro preventivo imposto dal GIP del Tribunale di Lecco è proprio di 1,347 milioni, pari all’imposta evasa.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *