belgio scommesse

Belgio, nuove norme sulle scommesse: meno pubblicità e riduzione agenzie

Le persone che si cimentano nelle scommesse e nel gioco d’azzardo vanno in un certo qual modo “protette”. E’ l’opinione del ministro della giustizia del Belgio, Koen Geens, che sta predisponendo un disegno di legge e una serie di decreti che vadano proprio in questa direzione.

Tra gli obiettivi dell’azione messa in campo dal ministro, c’è anzitutto la limitazione della pubblicità su scommesse e gioco d’azzardo e il consentire ai vari comuni di esercitare più potere nel controllo delle agenzie di scommesse.

Ma quando verrà vietata la pubblicità? Nell’idea di Geens, in primis durante le trasmissioni live dei concorsi sportivi e nelle cosiddette fasce protette, ovvero quando vanno in onda programmi per bambini. Inoltre, la pubblicità verrà vietata prima delle ore 20, tranne che per i programmi sportivi.

Per quanto riguarda invece la riduzione delle agenzie, Geens ha reso noto che il numero scenderà da 684 a 600. Inoltre le agenzie stipuleranno un accordo con il Comune di riferimento in merito all’apertura e agli orari di chiusura. Ovviamente, nessuna di queste potrà essere aperta ad una distanza troppo ravvicinata ai luoghi frequentati dai minori, come ad esempio le scuole.

“È importante intervenire per proteggere dai rischi del gioco d’azzardo – le parole di Geens riportate da “Jamma.tv” – I giocatori non possono essere ingannati o incoraggiati a spendere sempre più soldi. A questo proposito viene dedicata una particolare attenzione ai minori. Inoltre, ho rafforzato la posizione di controllo della commissione del gioco d’azzardo attraverso i comuni. Vorrei inoltre ringraziare la commissione per il gioco d’azzardo per la sua collaborazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *