usa scommesse

Scommesse USA, c’è la data: prima udienza il prossimo 4 dicembre

Da tempo era stato individuato il mese di Dicembre come periodo in cui si sarebbe discussa una delle questioni più interessanti che riguardano le scommesse sportive nel mondo. Ora c’è anche la data: il prossimo 4 dicembre, infatti, la Corte Suprema degli Stati Uniti discuterà in merito alla causa intentata dallo Stato del New Jersey per la legalizzazione delle scommesse sportive.

Da circa dieci anni lo stato è impegnato in una battaglia serrata per far sì che le scommesse vengano regolamentate e non siano più ostaggio dei criminali. Una diatriba, quella tra favorevoli e contrari, che va avanti praticamente dal 1992, ovvero da quando fu legiferato il divieto di scommesse sportive in tutti gli Stati Uniti (noto come PASPA, ndr), tranne in quei quattro Stati dove era stata già adottata una normativa (Nevada, Oregon, Delaware e Montana).

Il New Jersey non ha mai mollato la presa, e già nel 2014 varò una legge per lanciare le scommesse sportive nei casinò e negli ippodromi. Una decisione che comporta un vespaio di polemiche, anche da parte delle massime leghe sportive USA come l’NBA, l’NFL, l’NHL e la MLB, preoccupate che la regolarizzazione potesse “minare l’integrità dello sport”. Nell’estate 2016 la Terza Corte d’Appello degli Stati Uniti ha bocciato la legge, sostenendo appunto che violasse il PASPA. Ma il New Jersey ha portato la vicenda dinanzi alla Corte Suprema, che avvierà la discussione il 4 dicembre, andando poi a sentenza dopo alcuni mesi. Se la Corte desse ragione al New Jersey, si scatenerebbe una reazione a catena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *