perù scommesse

Scommesse, in Perù crescita del 50% in caso di qualificazione a Russia 2018

Può il risultato della propria Nazionale di calcio condizionare l’andamento delle scommesse sportive? La risposta è sì, e la dimostrazione è ciò che potrebbe succedere in Perù nel caso la formazione sudamericana riuscisse a centrare lo straordinario obiettivo della qualificazione ai Mondiali di Russia della prossima estate.

Attualmente, nel girone del Sudamerica sono già volate a Russia 2018 il Brasile, che ha praticamente dominato sulle altre, l’Uruguay, l’Argentina e la Colombia. Il Perù è riuscito ad arrivare quinto, e pertanto se la vedrà contro la Nuova Zelanda nello spareggio interzona: un avversario non insormontabile, tutt’altro, ma nel calcio non bisogna mai dare nulla per scontato.

Sta di fatto che se il Perù riuscisse a centrare l’obiettivo, il mercato delle scommesse sportive del Paese beneficerebbe di un incremento della raccolta del 50%. E’ quanto stabilito da un’indagine sulle scommesse in Perù, che negli ultimi tempi sembrano davvero in fortissima crescita: le recenti stime dicono infatti che il 2017 si chiuderà con un incremento della raccolta del 20%, attestandosi a 300 milioni di dollari.

Ad oggi, le giocate avvengono in particolar modo sulla rete fisica. I giocatori, infatti, preferiscono recarsi in agenzia piuttosto che tuffarsi nell’online: a spiegarlo è l’analista di marketing della Universidad San Ignacio de Loyola, Jaime Briceno Morales. “Nel 60% dei casi gli scommettitori si recano in agenzia”, ha detto Morales all’AGIMEG.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *