finanza scommesse cremona

Blitz GdF, chiusa sala scommesse a Cremona: denunciato il gestore

Esercitava senza le previste autorizzazioni statali. Per questo motivo i finanzieri del comando provinciale di Cremona sono subito intervenuti per accertare l’illegalità, effettuando un opportuno controllo in una sala giochi cittadina. Il blitz della GdF, che si è recata sul posto unitamente agli agenti di polizia e della locale e agli uomini dell’agenzia delle dogane e dei monopoli, ha permesso di verificare definitivamente quanto già era emerso da precedenti indagini.

La sala giochi era risultata infatti sprovvista delle obbligatorie autorizzazioni statali. Nel dettaglio, l’esercizio in questione permetteva che venissero effettuate scommesse sportive per conto di allibratori esteri. All’interno del centro scommesse ispezionato, sono stati trovati una decina di scommettitori, quasi tutti stranieri maggiorenni.

L’intervento della Guardia di Finanza ha messo fine all’irregolarità. I finanzieri hanno chiuso il locale e denunciato alla Procura della Repubblica il gestore della sala scommesse, che è risultato essere un macedone di 27 anni.

Per lui le accuse sono piuttosto pesanti: il 27enne è infatti ritenuto responsabile del reato di esercizio abusivo di attività di gioco o di scommessa.

L’azione della Guardia di Finanza, intervenuta congiuntamente con le altre forze dell’ordine, è solo l’ennesima operazione volta a contrastare l’attività del gioco abusivo, troppo spesso praticata in molte sale scommesse del Paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *