rapina scommesse

Napoli, arrestato 31enne: rapinò sala scommesse

Aveva messo a segno una rapina in una sala scommesse poco più di un anno fa. E’ riuscito a farla franca per circa 13 mesi, prima che sulla sua testa piovesse l’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Sono stati i carabinieri della stazione Marianella di Napoli a dare esecuzione alla misura imposta nei confronti di Vincenzo Di Lorenzo, 31 anni, originario del quartiere di Chiaiano. Stando alle indagini portate avanti dalle forze dell’ordine, sarebbe proprio Di Lorenzo il responsabile della rapina messa a segno il 16 ottobre 2016 in una sala scommesse di Via Scaglione, a Napoli.

I militari si sono serviti delle immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza. Nelle riprese, si vede Di Lorenzo che effettua alcuni sopralluoghi nella sala scommesse, prima di piazzare il colpo insieme ad un complice (la cui identità è in via di individuazione da parte dei carabinieri). Di Lorenzo aveva il volto coperto da un passamontagna: il malvivente aveva tenuto sotto scacco i dipendenti della sala scommesse, chiudendo la porta dal’interno dopo essersi fatto consegnare le chiavi dell’esercizio. Il 31enne ha obbligato i lavoratori a consegnarli il denaro contenuto nei cassetti e nella cassaforte, non senza minacce.

Una volta realizzata la rapina, i due sono fuggiti con un bottino di circa 5mila euro. Di Lorenzo si è tolto il passamontagna, gettandolo a terra: le forze dell’ordine lo hanno recuperato e lo hanno fatto analizzare, risalendo così al 31enne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *