finanza bologna sala scommesse

Bologna, GdF scopre sala scommesse abusiva: deferiti i gestori

Quello che all’apparenza sembrava un semplice esercizio commerciale era in realtà una sala scommesse dove veniva perpetrata la raccolta abusiva. Il blitz della Guardia di Finanza di Bologna ha fatto sì che l’attività illecita, ubicata in zona Barca, potesse essere scoperta e denunciata.

All’interno, le forze dell’ordine hanno accertato che i gestori non provvedevano esclusivamente alla semplice ricarica del conto di gioco e all’assistenza alla clientela, ma bensì portavano avanti la raccolta abusiva di scommesse. In particolare, la GdF ha scoperto che i titolari dell’attività “consentivano agli avventori privi del prescritto conto di gioco presso un bookmaker italiano, di effettuare comunque le giocate a pronostico previste dal palinsesto nazionale, utilizzando i propri profili – account”.

Nell’esercizio, le Fiamme Gialle hanno rinvenuto sette personal computer che sono stati subito disposti a sequestro. I finanzieri, dopo opportune indagini, hanno accertato che l’attività di raccolta abusiva di scommesse veniva svolta in assenza della necessaria autorizzazione e sulla base di una concessione per il solo gioco online rilasciata dall’Autorità dei Monopoli di Stato.

A quel punto, la Guardia di Finanza non ha potuto far altro che procedere nel deferimento alla locale Procura della Repubblica dei due gestori della struttura, di cui uno risultato titolare. Il reato contestato è quello di “esercizio abusivo di attività di giuoco o di scommessa”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *