Rapine in centri scommesse, 4 arresti nel pesarese

Sono quattro le persone arrestate in seguito all’indagine portata avanti dalle forze dell’ordine di Pesaro e Urbino in merito a delle rapine messe a segno in alcune sale scommesse.

A finire in manette sono stati tre campani, di età tra i 20 e i 40 anni, tutti residenti a Vallefoglia, comune in provincia di Pesaro-Urbino. Insieme a loro, è stato arrestato anche un 25enne del posto, che risulta incensurato. I quattro sono ritenuti responsabili di molte rapine messe a segno nella zona.

All’inizio, i tre campani e il 25enne del luogo erano stati fermati perchè accusati di una sola rapina, ovvero quella realizzata nella sala scommesse di via Flaminia a Fano. Ma il prosieguo dell’indagine e le dichiarazioni rese dai quattro hanno permesso di scoprire che i malviventi erano gli autori anche di altre sette rapine avvenute nel circondario da aprile a oggi, in particolare a negozi, sale scommesse, alberghi come il Blu Arena di Montecchio.

Un’attività illecita che aveva fruttato qualcosa come 70.000 euro alla banda criminale.

L’ultima rapina messa a segno dai 4 è datata 27 novembre: i tre campani e il 25enne hanno fatto irruzione all’interno di una sala scommesse di Fano, minacciando i presenti con una pistola e rapinando 2900 euro in contanti. Ma mentre facevano rientro nella zona di Morciola sono stati fermati dalla polizia, che li attendeva al varco. Per loro è subito scattato l’arresto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *