guardia di finanza

Cagliari, GdF sequestra 11 apparecchi irregolari in tre bar

Prosegue senza sosta l’attività delle forze dell’ordine su tutto il territorio nazionale per prevenire ogni forma di irregolarità all’interno delle sale scommesse e degli esercizi adibiti al gioco.

Anche in Sardegna la Guardia di Finanza ha scelto di scandagliare attentamente i vari punti per far sì che tutto possa svolgersi all’insegna della legalità. Il lavoro attento dei finanzieri cagliaritani ha permesso di scoprire alcune irregolarità all’interno di tre bar, tutti situati nella provincia del capoluogo sardo. La GdF ha provveduto a sequestrare ben 11 apparecchi irregolari presso tre bar siti a Cagliari, Pula e Capoterra.

In particolare, come riportato dal sito dell’Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco (AGIMEG), le Fiamme Gialle si sono concentrate sulla rispondenza dei congegni da intrattenimento alle previste norme che disciplinano la specifica materia. Grazie alle opportune indagini effettuate sui vari macchinari è stato possibile scoprire che gli apparecchi erano tutti privi dei previsti titoli autorizzativi rilasciati da parte dell’Amministrazione dei Monopoli di Stato.

Un’irregolarità piuttosto pesante, che ha fatto scattare delle sanzioni nei confronti dei titolari dei tre bar: le pene amministrative comminate dalla Guardia di Finanza vanno da un minimo di mille euro ad un massimo di seimila per ogni apparecchio trovato sprovvisto dei titoli autorizzativi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *