piacenza scommesse

Piacenza, divieto di sale scommesse a meno di 500 metri dai luoghi “sensibili”

Anche la città di Piacenza ha deciso di intervenire e di limitare la presenza di sale giochi e sale scommesse in città, in particolare nelle vicinanze di luoghi cosiddetti “sensibili”.

E’ diventato operativo, infatti, il divieto di apertura e di esercizio delle sale gioco e delle sale scommesse – ma anche la nuova installazione di apparecchi da gioco, ndr – entro una distanza di 500 metri da detti luoghi, che possono essere gli istituti scolastici di ogni ordine e grado, i luoghi di culto, gli impianti sportivi, le strutture residenziali o semiresidenziali in ambito sanitario o sociosanitario, le strutture ricettive per categorie protette, i luoghi di aggregazione giovanile e gli oratori.

In base a quanto previsto dalla Legge Regionale, l’amministrazione comunale di Piacenza ha realizzato una mappatura di tutti i luoghi considerati “sensibili”, in modo tale da poter intervenire e porre rimedio. Toccherà ora agli uffici competenti individuare eventuali sale giochi e sale scommesse presenti a meno di 500 metri dai luoghi “sensibili” e procedere all’adozione del provvedimento di chiusura; per quanto riguarda invece tutti gli esercizi che presentano all’interno apparecchi da gioco, verrà imposto ai titolari il divieto di installazione di nuove apparecchiature e il divieto di rinnovo delle concessioni in scadenza. Non sarà possibile mantenere le slot nemmeno in caso di cessione dell’attività.

 

2 thoughts on “Piacenza, divieto di sale scommesse a meno di 500 metri dai luoghi “sensibili”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *