slot finanza

Slot irregolari, doppio blitz GdF in Basilicata e Calabria: sequestri e sanzioni

Prosegue l’impegno a tutto campo della Guardia di Finanza volto a contrastare qualsiasi forma di illegalità nei vari centri scommesse dislocati su tutto il territorio nazionale. Le Fiamme Gialle sono perennemente attive, con vari controlli e blitz, che molto spesso fanno emergere situazioni di irregolarità prontamente stroncate.

Nelle ultime 24 ore la GdF è intervenuta in due occasioni, sia in provincia di Potenza che nei pressi di Reggio Calabria. I finanzieri di Viggiano, in Basilicata, hanno infatti provveduto al sequestro di quattro slot machine in una sala giochi di Villa D’Agri, nella provincia di Potenza. L’azione è frutto di una lunga indagine portata avanti nel territorio di Villa D’Agri ma anche in quelli vicini, come Moliterno e Corleto Perticara. Anche lì sono finite nel mirino delle Fiamme Gialle alcune slot palesemente truccate. In tutto, da dicembre ad oggi la Guardia di Finanza lucana ha comminato sanzioni per circa 70.000 euro.

Per quanto riguarda invece la provincia di Ragusa, si è messa in moto la GdF del comando provinciale, che ha posto a sequestro 4 videopoker installati in un bar di Comiso, nell’ambito delle attività a contrasto all’illegalità ed all’abusivismo nel settore dei giochi e scommesse. Le slot machine ‘pizzicate’ dalle Fiamme Gialle erano state posizionate in un luogo nascosto ed erano non collegate alla rete telematica dell’Amministrazione Finanziaria. La sanzione, per il titolare del bar, è stata di circa 30.000 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *