nevada scommesse

Scommesse, cifre record in Nevada: ricavi per 200 milioni di euro

Negli Stati Uniti c’è grande attesa per la decisione della Corte Suprema in merito al ricorso presentato dallo Stato del New Jersey sulla legge PASPA, che dal 1992 impone il divieto federale di scommesse sportive su tutto il territorio americano. L’impressione è che la Corte sia favorevole alle posizioni espresse dal New Jersey e pertanto sembra orientata verso l’abbattimento della PASPA, ma non c’è ancora nulla di ufficiale: la sentenza dovrebbe arrivare nel prossimo mese di giugno.

In tal senso, già diversi Stati si sono mossi stilando una regolamentazione delle scommesse sportive: tra questi il Rhode Island e il Michigan. Allo stesso tempo, si sono espressi favorevolmente per l’abbattimento del divieto anche le massime leghe sportive nazionali, come l’NBA e l’NFL, senza dimenticare la battaglia portata avanti dall’American Gaming Association, che spinge verso la regolamentazione allo scopo di contrastare il fenomeno delle scommesse illegali.

L’unico stato, ad oggi, che consente le scommesse sportive è quello del Nevada, che anche nel 2017 ha registrato dei ricavi da record. Stando a quanto riferito dal Nevada Gaming Control Board, infatti, la cifra si attesterebbe intorno ai 200 milioni di euro, con una crescita del 13,5% rispetto al 2016.

“Il dato è stato influenzato dalle campagne pubblicitarie dei grandi operatori sui media – ha dichiarato ad AGIMEG Michael Lawton, analista del Nevada Gaming Control Board – I turisti arrivati in Nevada per i casinò non perdono l’occasione di piazzare delle scommesse”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *