Perde sempre al ‘Gratta e Vinci’ e la magistratura gli rimborsa le giocate

Perde sempre al ‘Gratta e Vinci’ e la magistratura gli rimborsa le giocate

Ecco cosa ha fatto un giovane 29enne stanco di giocare al ‘Gratta e Vinci’ senza mai vincere il becco di un quattrino dopo aver acquistato 255 tagliandi.

Un giovane 29enne, appassionato di ‘Gratta e Vinci’ ha fatto causa, ottenendo una sentenza favorevole,  ai Monopoli di Stato. Il motivo ? In pratica gioca con assidua frequenza ma non vince mai un centesimo. E’ questo quello che è accaduto ad un ragazzo come tanti, che si è posto alla caccia del ‘Gratta e Vinci’ multi milionario senza mai riuscire a beccare un quattrino.

Ha acquistato qualcosa come 255 tagliandi relativi alle cosidette lotterie istantanee senza mia riuscire ad ottenere una soddisfazione che sia una. Stanco di ‘grattare’ senza mai portare a casa nemmeno un euro ha deciso di rivolgersi alla magistratura per ottenere giustizia.

Il giudice ha applicato il Decreto Balduzzi

gratta e vinciCiò che ha contestato il 29enne ai Monopoli di Stato è il fatto di non avere riportato sui tagliani la dicitura che avverte sui rischi della dipendenza da gioco e sulle probabilità di vincite. Il giudice non ha potuto fare altro, lette le norme contenute nel decreto Balduzzi che riguarda appunto il gioco responsabile, che condannare l’AAMS a risarcire lo sfortunato giocatore, obbligandola a dover risarcire il costo sostenuto per acquistare i 255 tagliandi.

Una sentenza che farà sicuramente discutere e che potrebbe indurre altri incalliti ma sfortunati seguaci del ‘Gratta e Vinci’ a ricorrere per ottenere quanto speso invano.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *