di maio gioco

Gioco d’azzardo, Di Maio (M5S): “Piaga molto seria, ecco le nostre proposte”

Il Movimento 5 Stelle ha le idee chiare anche riguardo al gioco e alle scommesse. Mancano ormai due settimane al voto del 4 marzo, quando i cittadini italiani saranno chiamati ad esprimere le loro preferenze per il rinnovo del Parlamento, e i pentastellati pongono l’accento su diversi temi, tra cui anche la lotta al gioco d’azzardo. E’ il candidato premier Luigi Di Maio ad illustrare le posizioni del M5S in merito durante un’intervista al mensile “Vita”.

“La piaga del gioco d’azzardo – dice Luigi Di Maio – nel 2016 ha visto bruciare 96 miliardi di euro, 260 milioni al giorno, quasi 11 milioni l’ora”. Numeri che preoccupano non poco il Movimento 5 Stelle, che in tutti i comuni sta adottando delibere a tutela della salute dei loro cittadini, fissando distanze da luoghi sensibili come chiese e scuole, e limitando gli orari.

“Migliaia di nostri iscritti hanno votato punti specifici sulla lotta ad azzardopoli: le priorità saranno dare più risorse a forze dell’ordine e magistratura per combattere l’illegalità — in alcuni casi mafiosa — che si annida nell’azzardo anche ‘legale’, vietare pubblicità e sponsorizzazioni. In quest’ultima battaglia – ha precisato Di Maio – mi sono speso personalmente”.

Pertanto, secondo il M5S, è necessario introdurre la massima trasparenza finanziaria e abolire i concessionari. “Inoltre va introdotta una exit-strategy da slot e videolottery e limitato fortemente l’online fissando un tetto massimo di scommesse annue – afferma ancora Di Maio – Con l’introduzione di una tessera personale si controlleranno i flussi e si potrà prevenire la diffusione tra i giovani”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *