gioco scommesse renzi nencini

Gioco e scommesse, le proposte di Renzi (PD) e Nencini (Insieme)

Ci sono anche le scommesse sportive e il gioco tra gli argomenti dibattuti durante l’attuale campagna elettorale, con i vari partiti che si stanno dando battaglia in vista del voto del prossimo 4 marzo.

Tra gli esponenti di rilievo che hanno trattato la materia negli ultimi giorni c’è anche l’ex presidente del Consiglio e attuale segretario del Partito Democratico, Matteo Renzi, candidato premier della coalizione di centrosinistra: “La legge di Bilancio 2016 ha modificato l’approccio e il lavoro di questi mesi va nella giusta direzione sia nella riduzione delle slot, sia nella introduzione di divieti pubblicitari. Ma so anche che molto resta da fare e che il dibattito è acceso sul punto – ha detto Renzi – La nostra proposta è quella di coinvolgere da subito un tavolo di associazioni del settore e i responsabili delle Regioni — all’inizio della legislatura — per la verifica dell’attuazione concreta delle norme”.

Per il senatore Riccardo Nencini, esponente della lista Insieme che corre nella coalizione di centrosinistra, vanno aumentate le tasse sul gioco per creare 700.000 nuovi posti di lavoro. “Sosteniamo gli studenti più meritevoli ma con famiglie in condizioni di bisogno – ha affermato Nencini – una spesa sostenibile da collegarsi ai 700mila nuovi posti di lavoro da creare aumentando le tasse sul gioco d’azzardo e facendo pagare in Italia le tasse alle multinazionali che lavorano qui”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *