west virginia scommesse

USA, anche il West Virginia pronto a legalizzare le scommesse sportive

Negli Stati Uniti c’è grande attesa per la sentenza della Corte Suprema che potrebbe rappresentare una svolta nella storia del gioco d’azzardo e delle scommesse sportive. Come noto, infatti, lo stato del New Jersey ha presentato nei mesi scorsi un ricorso contro la cosiddetta legge PASPA, che dal 1992 vieta le scommesse sportive in tutto il territorio nazionale, fatta eccezione per lo stato del Nevada.

Stando a quanto sostenuto dai media USA, la Corte Suprema sarebbe propensa a dare ragione al New Jersey. Questo significa che la PASPA verrebbe abbattuta dopo 26 anni e anche negli Stati Uniti si procederebbe ad una regolamentazione delle scommesse sportive. Diversi Stati si stanno già attrezzando per l’eventualità: oltre al New Jersey, anche il Rhode Island e il Michigan hanno presentato delle proposte di legge volte alla regolamentazione. Stesso discorso per l’Indiana e altri stati. A questi, si aggiunge anche il West Virginia, che potrebbe aprire alle scommesse sportive all’interno dei casinò entro 90 giorni proprio in conseguenza della sentenza della Corte, che andrebbe ad eliminare il divieto.

Come spiegato dall’Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco (AGIMEG), il disegno di legge consentirebbe alle cinque case da gioco dello Stato di offrire scommesse sportive, a condizione di ottenere una licenza come operatore di scommesse della durata di cinque anni ad un costo di 100.000 dollari, con una tassazione del 10% sulle entrate lorde.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *