uif

Antiriciclaggio, UIF: “Nel secondo semestre 2017 più segnalazioni da parte degli operatori”

Aumento delle segnalazioni da parte degli operatori di gioco. Lo segnala l’Unità di informazione finanziaria della Banca d’Italia, che evidenzia come nel secondo semestre del 2017 siano giunte 44.617 segnalazioni di operazioni sospette di antiriciclaggio. “Alla progressiva riduzione delle segnalazioni di voluntary disclosure, pari a 2.312 unità rispetto alle 7.477 dello stesso periodo del 2016 – si legge – va ascritto il decremento complessivo (-9,1 per cento) delle segnalazioni ricevute”.

“Nel complesso del 2017, sono state acquisite 93.820 segnalazioni, con una riduzione, sempre connessa all’esaurirsi delle segnalazioni indotte dalla voluntary disclosure, del 7,2 per cento rispetto al 2016″.

“La flessione delle segnalazioni connesse con la procedura di regolarizzazione – fa sapere l’UIF – si è riflessa sui livelli di partecipazione al sistema segnaletico da parte delle banche e di alcune categorie di soggetti obbligati non finanziari, quali commercialisti, avvocati e studi associati o interprofessionali. Tuttavia nel secondo semestre del 2017, l’incidenza del comparto non finanziario è nel complesso aumentata dal 9,1 al 10,4 per cento in relazione all’incremento delle segnalazioni di riciclaggio inoltrate dai notai e dai prestatori di servizi di gioco”.

L’Unità di informazione finanziaria della Banca d’Italia si sofferma poi sul settore dei giochi, affermando che nel 2017 “sono state 2600 le segnalazioni arrivate dai prestatori di servizi di gioco, 1.074 nel primo semestre e 1.526 nel secondo”. Un dato, quello fornito dall’UIF, che risulta essere in aumento del 26% rispetto alle 2.050 segnalazioni del 2016.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *