Slovenia, niente apertura al mercato delle scommesse: emendamento respinto

Le scommesse sportive sono un settore che ormai non conosce ostacoli. La crescita è testimoniata dai dati che vengono periodicamente resi noti e che dimostrano come il settore sia davvero in splendida forma. In Italia e in Europa le cifre sono davvero molto positive, e anche per questo in molti Paesi si sta discutendo dell’opportunità di procedere alla regolamentazione delle scommesse sportive. Tra questi ci sono senz’altro gli Stati Uniti, dove si attende la sentenza della Corte Suprema, che a giugno deciderà in merito al ricorso presentato dal New Jersey contro la cosiddetta legge PASPA, che dal 1992 impone il divieto di scommesse sportive in tutta la Nazione (fatta eccezione per il Nevada, ndr).

Ma non tutti i Paesi sono disposti a dire “sì” alle scommesse sportive, mentre in altri casi non si ha nessuna intenzione di aprire anche agli operatori esteri. E’ quanto sta accadendo in Slovenia, dove il Parlamento ha espresso un voto contrario all’emendamento alla normativa di settore. Nel paese, quindi, tutto il monopolio resta in mano a Sportna loterija, al momento l’unico operatore di scommesse sportive in tutta la Slovenia.

Per approvare l’emendamento – sostenuto dai club calcistici, ma anche da basket e hockey su ghiaccio – sarebbero serviti 46 voti a favore, ma la votazione è terminata con 36 no e solo 26 sì.

1 thought on “Slovenia, niente apertura al mercato delle scommesse: emendamento respinto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *