Intralot sponsor della nazionale: coro di proteste di giornalisti e politici

Intralot sponsor della nazionale: coro di proteste di giornalisti e politici

Fa discutere la scelta di Tavecchio sulla sponsorizzazione di Intralot, ecco i motivi del dissidio con stampa e mondo politico.

E’ polemica tra la Intralot, uno dei colossi italiani delle scommesse sportive e la stampa italiana. Come è noto da tempo, l’azienda di giochi online ha raggiunto un accordo per sponsorizzare la nazionale azzurra fino al 2018. Una scelta che ha indotto molti quotidiani a criticare aspramente la decisione della federazione, rea di avere dato spazio ad uno sponsor vietato ai minori e legato al mondo del gioco d’azzardo, considerato ormai da tempo alla stregua di una vera e propria piaga sociale.

intralotIl logo della Intralot sarà visibile negli allenamenti e nelle classiche interviste post partita, per tutte le rappresentative azzurre fino alla nazionale maggiore. Carlo Tavecchio, il presidente della Figc, ha difeso la sua scelta ribadendo con forza l’esigenza di veicolare, attraverso il marchio Intralot, il concetto di ‘gioco responsabile‘.

‘La nostra – ha detto il presidente federale – è una scelta incentrata sui valori, tenuto conto che la parte fondamentale dell’accordo prevede l’impegno in attività sociali, rafforzando cosi il lavoro della Federcalcio nella promozione della cultura della legalità e per la diffusione di comportamenti consapevoli che riguardano il calcio’.
Al coro di protesta si è associato anche il mondo della politica.

L’attacco del Pd alla scelta di Tavecchio

Due senatori del Pd, Mirabelli e Vaccari, hanno protestato contro la decisione della Figc contestando inoltre la presa di posizione di Tavecchio in merito al gioco responsabile: ‘E’ come educare il lupo a non mangiare Cappuccetto Rosso – hanno sbottato i due senatori – Intralot è una multinazionale di giochi d’azzardo e la sua sponsorizzazione mira ad accrescere il numero dei clienti. Fra l’altro – proseguono gli esponenti del Pd – si è fusa recentemente con Gamenet, società oggetto di inchieste per gioco illegale e riciclaggio’.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *