corte suprema scommesse usa

Corte Suprema, sentenza storica: via libera alle scommesse sportive negli USA

La sentenza era attesa per il mese di giugno, ma la Corte Suprema ha anticipato i tempi e ha deciso di esprimersi a favore del ricorso presentato dallo stato del New Jersey. Per farla breve, da ieri, negli Stati Uniti vengono legalizzate le scommesse sportive. In sostanza, il ricorso chiedeva l’abbattimento della legge PASPA, del 1992, che vietava la regolamentazione delle scommesse sportive in tutto il territorio statunitense, con la sola eccezione del Nevada.

Per la Corte Suprema, il Professional and Amateur Sports Protection Act è da ritenersi incostituzionale “perché si intromette negli affari dello stato”. Una sentenza storica per gli Stati Uniti: via libera alle scommesse in tutti gli sport, dal basket al football, passando per baseball e hockey. Le stesse Leghe principali – NBA, NFL e NHL – si erano già schierate a favore della regolamentazione delle scommesse sportive. Senza dimenticare l’impegno costante dell’American Gaming Association (AGA), che ha più volte evidenziato i benefici che sarebbero derivati in caso di regolamentazione del settore, specialmente per le casse dello Stato.

In attesa della sentenza della Corte Suprema, già molti Stati si erano organizzati presentando dei disegni di legge per dare il via libera alle scommesse sportive: tra questi, oltre ovviamente al New Jersey, ci sono il Rhode Island, il Michigan e il West Virginia.

1 thought on “Corte Suprema, sentenza storica: via libera alle scommesse sportive negli USA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *