corte suprema scommesse usa

Scommesse USA, la soddisfazione di Silver (NBA): “Favorevoli ad un accordo quadro”

Una sentenza storica, quella emessa dalla Corte Suprema, che ha dato il via libera alle scommesse sportive negli USA. Il ricorso presentato dallo Stato del New Jersey è andato a buon fine: la Corte si è espressa favorevolmente, abbattendo così la legge PASPA esistente dal 1992, che fino a ieri impediva la regolamentazione delle scommesse sportive in tutto il territorio statunitense, fatta eccezione per il Nevada e altri tre Stati.

Una battaglia durata molti mesi, che ha visto in prima linea anche le maggiori leghe sportive d’America. In primis l’NBA, che si è dichiarata favorevole all’apertura alle scommesse sportive e ora saluta con soddisfazione la sentenza.

“La decisione odierna apre le porte affinché ciascuno stato possa approvare una propria legislazione sul tema delle scommesse sportive – afferma il numero uno della Lega, Adam Silver, in un comunicato ufficiale – Noi rimaniamo favorevoli a un accordo quadro che sia a livello federale e che possa quindi fornire un approccio unitario al fenomeno delle scommesse sportive negli stati che sceglieranno di renderlo legale, ma rimaniamo comunque attivi nelle discussioni che già stiamo intrattenendo stato per stato”.

Adam Silver ha poi sottolineato che la priorità resta sempre l’integrità dello sport, “indipendentemente da quale sia la futura legge riguardante il business delle scommesse sportive”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *