Scommesse sportive, sequestrata un’agenzia di scommesse nel napoletano

Scommesse sportive, sequestrata un’agenzia di scommesse nel napoletano

Qualche giorno fa avevamo reso noti i provvedimenti giudiziari nei confronti di due agenzie di scommesse di Formia e Locri, a cui erano state riscontrate violazioni che avevano portato le forze dell’ordine a imporre la chiusura delle stesse.

L’attività di controllo e prevenzione degli agenti di polizia non si ferma qui e procede con l’obiettivo di individuare e limitare tutte le situazioni non conformi alle norme e alla legalità.

L’ultima operazione è stata effettuata in Campania, e precisamente nella provincia di Napoli. I carabinieri della stazione di Trecase, con personale dell’agenzia Dogane e Monopoli di Stato di Napoli, hanno infatti sequestrato un’agenzia di scommesse a Boscotrecase (NA).

Le forze dell’ordine hanno scoperto e sequestrato 3 computer e 3 videoterminali agganciati abusivamente alla rete delle scommesse, a loro volta clandestine. Il titolare inoltre non aveva alcuna autorizzazione da parte dell’agenzia dogane e monopoli; il 24enne è stato denunciato in stato di libertà per esercizio abusivo di attività di gioco o scommesse e per raccolta di scommesse sportive senza autorizzazione.

L’attività è stata sequestrata, insieme a ricevute di pagamento e centinaia di euro in contante, provento delle giocate illecite.

STATI UNITI, ANCHE YAHOO PER UN NUOVO APPROCCIO SULLE SCOMMESSE: “LA PASPA HA FALLITO” 

“Sta per arrivare la tempesta perfetta”, dichiara a Yahoo Finance il presidente e amministratore delegato dell’Aga, Geoff Freeman. “Abbiamo le leghe, abbiamo le emittenti, abbiamo le forze dell’ordine e l’industria dei casinò: ciascuno sta riconoscendo che è meglio avere anche un ambiente regolato”. Anche Yahoo, quindi, si esprime favorevolmente per una legalizzazione delle scommesse sportive. Un ottimismo che cresce anche grazie all’elezione di Donald Trump, che dovrebbe fungere da elemento positivo.

“Noi abbiamo una Camera repubblicana, un Senato repubblicano, un presidente repubblicano. Generalmente queste persone credono nei diritti dello Stato, e questo conferisce potere agli stati di legiferare come meglio ritengono. Se si crede in tutto ciò, si è inclini a pensare che la Paspa ha fallito”. 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *