I giochi on line impazzano in Italia: nell’ultimo anno spesi 821 milioni di euro

I giochi on line impazzano in Italia: nell’ultimo anno spesi 821 milioni di euro

Il settore dei giochi on line non conosce crisi dopo che nel 2011 il governo ha legalizzato la possibilità di scommettere via web.

La passione degli italiani per i giochi on line e più in generale per il gioco d’azzardo non conosce freni. Neanche la crisi economica ha posto un freno ai profitti del settore, che sono costantemente in aumento di anno in anno.

L’Italia è una nazione attratta dal gioco ma il fenomeno ha avuto una accelerazione improvvisa negli ultimi anni, in special modo a partire dal 2011 quanto il governo ha messo mano ad un provvedimento legislativo che ha sancito la legalizzazione dei giochi online che ha consentito di scommettere su eventi sportivi, ma anche di poter prendere parte ai giochi da tavolo e lotterie che sul web ormai crescono come funghi.

giochi on lineSolo nell’ultimo anno si è registrata un’impennata del 13% del volume delle giocate globali. Il volume d’affari per il gioco d’azzardo via web ha raggunto gli 821 milioni di euro.

E’ opportuno affidarsi ai siti sicuri

Il dato non tiene conto del fatto che molti italiani si affidano a siti offshore e non muniti del logo dell’AAMS. Sommando la cifra spesa dagli italiani fra siti legali e quelli meno sicuri il valore globale supererebbe abbondantemente il miliardo e mezzo di euro.

E’ opportuno ricordare agli appassionati di giochi on line, che è sempre bene investire il proprio denaro con moderazione affidandosi solo a siti sicuri per evitare il rischio di incorrere in truffe e raggiri. Guadagnare comodamente stando seduti su una poltrona è un’attività che ha sempre il proprio fascino, ma occorre sempre non travalicare i limiti del buon senso.

In Italia il gioco d’azzardo frutta alle casse dello stato ben 88 miliardi di euro di cui 47 provenienti dalle slot-machine dislocate su bar, tabacchi, alberghi e lidi balneari. Cifre che riflettono la ‘fame’ di azzardo degli italiani, che troppo spesso degenera in modo incontrollato manifestandosi in vere e proprie patologie.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *