Scommesse, CE boccia proposta Germania su mercato del gioco online

La Commissione Europea ha respinto la proposta della Germania per rivedere il suo mercato del gioco online. Il motivo? Per la Commissione, la proposta tedesca “non è una soluzione praticabile”.

Per questo il nuovo Trattato di Stato sul gioco d’azzardo, concordato dai Länder tedeschi lo scorso 16 ottobre, è stato respinto dalla CE che ha considerato questa soluzione “anti-competitiva”.

Come spiegato su “Pressgiochi”, la nuova normativa voleva “aprire” il mercato, “bloccato” dal precedente trattato riguardo al numero di licenze di scommesse sportive concesse. Coloro che non sono riusciti a vincere i bandi in precedenza, potrebbero contestare questa decisione della corte cosa che (teoricamente) potrebbe impedire al governo il corretto rilascio di qualunque altra licenza di scommesse.

Nello specifico il progetto prevede diverse misure:
“– Si abroga il contingentamento delle concessioni per le scommesse sportive per la durata della fase sperimentale; non risulta più necessario un processo di selezione (articolo 4b, paragrafo 5).
– Attraverso una disposizione transitoria – a decorrere dall’entrata in vigore della seconda modifica della convenzione di Stato – si consente in via provvisoria l’attività a tutti i richiedenti sottoposti a procedura di concessione che abbiano soddisfatto i requisiti minimi nell’ambito della procedura in corso.
– Inoltre, si trasferiscono ad altro Land le mansioni finora rientranti nella competenza del Land dell’Assia, come da richiesta di quest’ultimo.
Infine la disposizione transitoria di cui all’articolo 29, paragrafo 1, frase 3, è divenuta obsoleta e si può pertanto abrogare.

In caso di approvazione, tutte le 35 società che hanno richiesto la licenza avrebbero immediatamente ricevuto i permessi temporanei per le scommesse come indicato nel nuovo trattato, mentre gli altri candidati avrebbero dovuto presentare domande per “pieni titoli” che sarebbero diventati attivi nel 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *