Scommesse, la Germania vara la legge contro il “match-fixing”

Scommesse, la Germania vara la legge contro il “match-fixing”

Da tempo nel nostro Paese si cerca di contrastare il fenomeno del “match-fixing”, ovvero la corruzione negli eventi sportivi che falsifica le gare. Sono molti gli strumenti messi in campo, che vanno dalle collaborazioni con la FIFA per bloccare sul nascere eventuali azioni criminose all’informazione e prevenzione, con molti momenti di incontro anche nelle sedi delle varie società di calcio.

Anche in Germania il governo tedesco ha deciso di passare dalle parole ai fatti. Non sono stati pochi i casi di partite truccate in Bundesliga negli ultimi anni: ecco perchè si è deciso di intervenire con una legge, approvata giovedì dal Bundestag, la camera bassa del parlamento Tedesco, che rende un crimine cospirare per combinare eventi sportivi e stabilisce pene detentive fino a tre anni per qualsiasi giocatore, allenatore, o arbitro riconosciuto colpevole di “match fixing”.

In casi particolarmente gravi, i tribunali possono distribuire condanne fino a cinque anni.

“Poiché le altre misure non hanno funzionato, dobbiamo affrontare la questione con gli strumenti messi a disposizione dal diritto penale – ha commentato il ministro della Giustizia tedesco Heiko Maas – lo scopo della legge è tutelare l’integrità e la concorrenza leale nello sport”.

La DFB (l’associazione calcistica tedesca) e la DFL (la società che gestisce la Bundesliga) hanno rilasciato una dichiarazione congiunta lodando l’approvazione di questa normativa.

“Questa legge è un tassello importante negli sforzi per proteggere l’integrità dello sport – ha proseguito Reinhard Rauball presidente della DFL – Il calcio continuerà a fare tutto il possibile per lottare contro le frodi e le scommesse sulle partite truccate”. Dello stesso avviso,  Reinhard Grindel, presidente della DFB che ha aggiunto “un passo molto importante”.

“Ogni mossa per punire il match fixing è uno sviluppo positivo per gli operatori delle scommesse che sono le vittime designate delle frodi sportive- ha concluso Khalid Ali, segretario generale dell’ESSA, l’associazione internazionale che vigila sull’integrità delle scommesse sportive-  E’ essenziale che le autorità tedesche aggiungano una struttura moderna e un efficace sistema di regolamentazione delle scommesse per facilitare il lavoro di collaborazione e lo scambio di informazioni che sono prerogative fondamentali per individuare e punire la corruzione”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *