Calo nelle entrate, William Hill e Bet365 abbandonano il mercato polacco

Calo nelle entrate, William Hill e Bet365 abbandonano il mercato polacco

William Hill e Bet365 abbandonano il mercato delle scommesse polacco. Motivo? Un calo nelle entrate. Mentre in buona parte dell’Europa si registra un aumento della tendenza al gioco nel settore delle scommesse sportive, che non sembra pagare gli effetti della crisi, in Polonia il trend va nella direzione opposta.

William Hill, infatti,nel febbraio 2017 ha reso noti i dati relativi all’ultimo anno confermando un calo del 3% nel settore. Un segno “meno” che ha convinto l’agenzia di scommesse a contattare i suoi clienti e affiliati per informarli che i suoi servizi non saranno più disponibili sul territorio del paese a partire dal 1° aprile 2017.

Nell’email informativa, William Hill ha precisato che tutti i giocatori, residenti in Polonia, dovrebbero prelevare il loro saldo disponibile dai propri account su William Hill prima del 1° Aprile. Dopo questa data, i conti dei clienti polacchi saranno sospesi. I giocatori, che non riescono a effettuare il prelievo entro il termine fissato, devono entrare in contatto con gli agenti dell’assistenza clienti dell’operatore per richiedere il prelievo del loro saldo.

E sulla stessa linea di William Hill si è posizionata anche un’altra agenzia di scommesse, la Bet365, che ha deciso di interrompere le proprie attività in Polonia a partire dal prossimo 30 marzo.

Similmente a quanto già fatto da William Hill, bet365 ha raccomandato ai suoi clienti di prelevare tutto il saldo disponibile dai loro conti. Gli affiliati dell’operatore dovrebbero rimuovere tutti i link ipertestuali, i link testuali e i banner relativi a bet365, altrimenti rimarranno con uno spazio vuoto sui loro siti web.

A spingere le due agenzie verso questa scelta ha influito molto anche l’introduzione delle più recenti modifiche alle normative in materia del gioco d’azzardo online nel paese, ed in particolare la tassazione sugli obblighi di scommessa del 12%, che ha aumentato ulteriormente la riluttanza degli operatori di scommesse online a richiedere una licenza polacca.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *