scommesse calabria

Scommesse illegali, chiuso centro abusivo in Calabria

Prosegue l’attività delle forze dell’ordine su tutto il territorio nazionale per cercare di contrastare le varie irregolarità inerenti alle scommesse online. Negli ultimi tempi, i blitz dei militari hanno permesso di scoprire diverse attività illegali praticate in molti esercizi e sale scommesse: gli interventi hanno portato a maxi multe o a vere e proprie chiusure.

L’ennesimo caso a riguardo giunge dalla Calabria, e precisamente da Cirò Marina, in provincia di Crotone, dove un centro scommesse illegale è stato chiuso dalla Guardia di Finanza. Il titolare dell’esercizio è stato denunciato per aver perseguito un’attività che risulta in violazione della cosiddetta legge sul “totonero”, che prevede la reclusione da sei mesi a tre anni.

In particolare sono state rinvenute e sottoposte a sequestro penale, in flagranza di reato, 5 ricevute di giocata, tutte eseguite su un “conto gioco” intestato al medesimo titolare del centro, ma di fatto effettuate in nome e per conto di altri soggetti.

Il soggetto, operante nella zona, permetteva che le scommesse online venissero effettuate tramite piattaforme telematiche dislocate all’estero, e pertanto fuori dal controllo dei monopoli di Stato.

Per questo, oltre alla denuncia riguardante il “totonero”, le Fiamme Gialle hanno inoltre disposto la chiusura dell’esercizio. Quello di Cirò Marina è solo l’ultimo caso di una serie di irregolarità e truffe scoperte grazie all’attività incessante delle forze dell’ordine su tutto il territorio nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *