snaitech ricavi

Snaitech, nel primo trimestre 2017 ricavi per 227,4 milioni: +3,3% rispetto al 2016

Snaitech vola. Il gruppo leader nelle scommesse sportive ha totalizzato ancora degli ottimi ricavi che attestano una crescita ormai costante. Nel primo trimestre del 2017, infatti, Snaitech ha registrato ricavi per 227,4 milioni di €, in crescita del 3,3% rispetto al primo trimestre 2016, e un utile netto di 2,2 milioni di €, in aumento del 38,9% sul 2016.

Come riportato dall’Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco (AGIMEG), il tutto è stato approvato ieri dal CdA di Snaitech S.p.A., riunitosi a Milano per il Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2017. L’EBITDA si è attestato a 28,3 milioni di €, mentre la raccolta complessiva del Gruppo è stata di 2,7 miliardi di €.

Il business di Snaitech nel primo trimestre 2017 è stato caratterizzato da numerosi sviluppi ed eventi, come ad esempio la raccolta complessiva pari a 2.680 milioni di euro, con dinamiche particolarmente positive registrate nel settore Online, sia nel comparto delle scommesse online (+35,3%) sia in quello dei giochi online (+22,3%), e l’integrazione con il Gruppo Cogemat completata con successo con il raggiungimento di importanti miglioramenti ed efficienze operative per il Gruppo Snaitech.

Inoltre, tra le motivazioni che hanno portato Snaitech ad ottenere questi importanti ricavi e a confermarsi in cima alle classifiche, c’è anche l’aver voluto proseguire con successo il processo di outsourcing dei negozi Snai Rete Italia (“SRI”). Senza dimenticare anche l’acquisto di ulteriori 100 diritti VLT.

Ecco perchè Snaitech può confermarsi leader di mercato del Betting Fisico con una quota di mercato complessiva del 19,1%. In particolare, Snaitech ha una market share del 17,2% nelle Scommesse Sportive, del 38,6% nel segmento dei giochi a base Ippica e del 18,4% nelle Scommesse su Eventi Virtuali.

Nel comparto delle scommesse sportive la raccolta totale del Gruppo sul canale fisico nel primo trimestre del 2017 ha registrato una crescita del 2,9% passando da 191 milioni di euro nel 2016 a 196 milioni di euro nel 2017, incremento dovuto al maggiore livello di payout ed alle attività di ottimizzazione della rete e di prodotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *