scommesse napoli

Torre Annunziata, scommesse clandestine a pochi passi dalla roccaforte del clan

I carabinieri del Norm della compagnia di Torre Annunziata, nel corso di alcuni controlli agli ordini del tenente Luca De Vito e del maresciallo Antonio Russo, e in collaborazione con il personale dell’Agenzia Dogane e Monopoli di Stato di Napoli, hanno scoperto un centro di scommesse clandestine situato a poca distanza dalla roccaforte del clan. Nel blitz i militari hanno rinvenuto anche un’agenda e un quaderno dove venivano segnati i conti dei vari clienti.

L’esercizio in questione, come riportato dal quotidiano “Il Mattino”, è un bar nei pressi di Palazzo Fienga, l’ex roccaforte del clan Gionta di Torre Annunziata. E’ all’interno del plesso che i carabinieri hanno provveduto a sequestrare un computer usato per le scommesse sportive clandestine. Le forze dell’ordine hanno inoltre denunciato a piede libero una 35enne per esercizio abusivo di attività di gioco o scommesse e per raccolta di scommesse sportive senza autorizzazione.

A poca distanza dal locale dove si svolgeva l’attività illegale, in un altro bar, i carabinieri hanno scoperto una slot machine non collegata alla rete. Subito è scattata la multa per la titolare, una 28enne, che in questi casi è parecchio salata: ben ventimila euro.

Nei prossimi giorni, i carabinieri della compagnia di Torre Annunziata, guidati dal capitano Andrea Rapone, proseguiranno i controlli contro le scommesse clandestine su tutto il territorio di competenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *