Udine, pregiudicati nel Punto Snai: il questore impone la chiusura

L’attività di prevenzione e controllo da parte delle forze dell’ordine su tutto il territorio nazionale, volta a smascherare eventuali irregolarità sul fronte scommesse, è sempre crescente e comincia a dare i suoi frutti.

Nelle ultime settimane sono state molte, da Nord a Sud, le agenzie di scommesse costrette a pagare multe salate o addirittura a chiudere a causa di situazioni di illegalità conclamata scoperte dagli agenti durante i vari controlli.

L’ultima, in ordine di tempo, riguarda il centro scommesse Punto Snai di Via Morpurgo, a Udine. L’attività è stata sospesa per dieci giorni come imposto dal questore del capoluogo friulano, Claudio Cracovia.

Il provvedimento è scattato dopo una serie di controlli effettuati dalla polizia negli ultimi mesi la polizia all’interno del locale situato esattamente nel centro di Udine: dalle indagini delle forze dell’ordine era emerso che l’attività era abitualmente frequentata da utenti con precedenti penali e, in un’occasione, era stata accertata la presenza di un minorenne.

Per questi motivi, nella giornata di sabato 27 maggio, il questore di Udine ha firmato il decreto di chiusura del punto scommesse Snai. All’esterno dell’esercizio sono stati apposti i sigilli.

L’operazione della Questura, come ricordato in precedenza, si inserisce in un più ampio quadro di attività di prevenzione dei fenomeni criminosi e di controllo del territorio, che quotidianamente vedono impegnati gli agenti della polizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *