minniti scommesse

Minniti: “Scommesse sportive nel mirino della ‘ndrangheta”

L’organizzazione mafiosa più pericolosa oggi è la ‘ndrangheta che si muove in più campi: dalla droga ai giochi passando per il tentativo di acquisizione di squadre di calcio, con particolare attenzione alle serie minori”.

Lo ha detto il ministro dell’Interno Marco Minniti durante un’audizione in commissione Antimafia. Tra le principali attività della ‘ndrangheta, sottolinea Minniti, “le scommesse sportive che procurano un giro d’affari di tre miliardi”.

La ‘ndrangheta, prosegue il titolare del Viminale, “fonda la propria forza su due principi: mantenere intatta la sua arcaicità con un forte radicamento territoriale e avere una capacità massima di modernizzaizone ed espansione internazionale”.

Marco Minniti, già sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con i precedenti governi presieduti da Enrico Letta e Matteo Renzi, viene nominato Ministro dell’Interno dal nuovo premier Paolo Gentiloni lo scorso 12 dicembre 2016. Molto attivo nel ripristino e raddoppio dei CIE e nell’aumento delle espulsioni, dove viene subito fortemente supportato dal capo della polizia, Franco Gabrielli. Il suo impegno, da tempo, è incentrato anche sui rapporti tra sport, scommesse e criminalità organizzata: un cancro che il governo italiano sta cercando di combattere con diverse iniziative volte a contrastare il fenomeno dell’illegalità e della corruzione nel calcio e negli altri sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *