“Il crimine fuori dallo sport”, concluso il progetto europeo

Si conclude dopo un anno e mezzo di attuazione il progetto di Joint European Union-Council of Europe, “Tenere il crimine fuori dallo sport”. I risultati saranno presentati in occasione dell’evento di chiusura nei locali del Consiglio d’Europa di Strasburgo (Francia), organizzato congiuntamente con altri tre progetti che facevano parte dello stesso invito a presentare candidature, Anti Match-Fixing Formula, BetmonitAlert e Precrimbet.

Il progetto congiunto è stato co-finanziato dalla direzione generale dell’Unione Europea e Affari interni e dal Consiglio d’Europa e attuato dalla Sports Conventions Division tra il 1° gennaio 2016 e il 30 giugno 2017. A riportarlo è il sito “Gioconews”.

L’evento di chiusura includerà una riunione del comitato direttivo e una sessione plenaria aperta. I risultati verranno forniti in base a manipolazioni sportive relative a scommesse e non, in particolare il coordinamento nazionale e internazionale delle relative parti interessate nella lotta contro le manipolazioni sportive, incluso prevenzione, individuazione, procedure criminali e sportive e sanzioni, che hanno visto il coinvolgimento di 42 Paesi attraverso questionari, seminari regionali, visite di studio e missioni esperte.

I partecipanti al progetto sono stati oltre 250: tra questi, i ministeri dello sport, della giustizia e degli interni, le agenzie di applicazione della legge, i procuratori, le autorità di regolamentazione delle scommesse sportive, gli operatori di scommesse sportive e il movimento sportivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *