ue ungheria online

UE bastona l’Ungheria: “Legge poker e casino online è illegittima”

Illegittimo. La Corte di Giustizia Europea ci va pesante e condanna l’Ungheria per il suo regime di licenze di poker e casino online. Per l’UE, il regime è da considerarsi illegittimo in quanto ha escluso illegalmente alcuni operatori Ue dal processo di autorizzazione del paese. Lo riporta il sito “Gioconews”.

Il tutto è partito dal Kindred Group, il nuovo brand di Unibet che ha portato la causa in tribunale sostenendo che le nuove norme del paese erano discriminatorie così come le condizioni del mercato ungherese.

“La Corte ha ribadito che gli Stati membri devono garantire il regolamento nazionale sui servizi di gioco online e che questo soddisfi criteri obiettivi, trasparenti e non discriminatori – ha commentato il segretario generale dell’European Gaming & Betting Association (EGBA), Maarten Haijer – solo un mercato regolamentato e trasparente può tutelare il consumatore. Questo è un messaggio alle autorità statali tra cui anche la Dutch Gaming Authority che non devono applicare norme che non rispettino la normativa fondante dell’Ue”.
Quando Unibet iniziò la sua campagna di contrasto al sistema ungherese venne boicottata e addirittura bloccata nonostante l’evidenza della contravvenzione all’articolo 56 del trattato Ue.
La legge ungherese è del 2014 e ha dato licenze ad operatori di poker e casinò online tramite le sale da gioco terresti. Le scommesse sportive sono ancora appannaggio del monopolio statale chiamato Szerencsejáték Zrt.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *