Gestione SkyBet al management inglese, a rischio una ventina di posti di lavoro

Una ventina di dipendenti della controllata italiana del colosso di gioco d’azzardo Sky Betting and Gaming rischiano di perdere il proprio posto di lavoro. A comunicarlo è l’Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco (AGIMEG). Sono sempre più forti, infatti, le voci che vorrebbero imminente (si parla di giorni, ndr) il licenziamento dello staff italiano di Sky Bet. La motivazione è presto detta: l’azienda è ormai chiaramente intenzionata a trasferire l’intera gestione in Inghilterra.

Nel mese di novembre dell’anno scorso l’operatore con sede nel Regno Unito è entrato sul mercato delle scommesse sportive in Italia con l’intenzione di espandersi ulteriormente oltre ai confini del proprio paese. Ancora nel 2014 il suo ex proprietario Sky PLC ha targettato il mercato italiano e ha acquisito Sky Italia. L’anno successivo l’operatore è diventato proprietà di CVC Capital Partners che ha mantenuto l’interesse verso la giurisdizione italiana. Nel 2016 l’azienda ha lanciato il prodotto free-to-play Super 6 nel nostro paese.

Nei primi mesi del 2017, Sky Betting and Gaming ha dato vita ad una campagna pubblicitaria con due spot televisivi rivolta agli utenti italiani online.

Durante questo periodo, la gestione delle attività locali è la diffusione del marchio nel mercato è stata affidata sopratutto ai manager italiani. Tuttavia, quasi un mese e mezzo fa, l’operatore ha provveduto alla sostituzione del manager delle sue attività in Italia Giovanna D’Esposito con il direttore inglese Ted Moss.

E’ stato proprio quella mossa a scatenare un impatto negativo sopratutto in termini della spesa effettiva dei giocatori, come conferma la stessa AGIMEG. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *