Bando di gara scommesse, un anno di ‘stallo’: i timori degli operatori

Bando di gara scommesse, un anno di ‘stallo’: i timori degli operatori

E’ passato un anno dalla scadenza dei termini per l’emanazione del bando di gara per 15 mila punti scommesse, tra agenzie e corner: la data ultima era il 30 giugno 2016, ma da allora la situazione vive ancora un totale “impasse”.

Ad oggi, infatti, il bando di gara scommesse – previsto dal comma 932 della legge di stabilità 2016 – ancora non c’è. Per questo, gli operatori hanno lanciato l’allarme, dato che il timore per un susseguirsi di proroghe comincia a diventare sempre più fondato.

Su questo argomento è intervenuto  il sottosegretario al Mef, Pier Paolo Baretta, che ha voluto smentire le voci di possibili proroghe, sottolineando le intenzioni diverse del Governo: “Smentisco categoricamente – ha detto Baretta – le gare per il rinnovo delle concessioni ci saranno, anzi siamo in ritardo su alcune gare perché volevamo che terminasse la Conferenza Unificata”.

Parole che però non convincono fino in fondo. Tra i più scettici c’è l’amministratore unico di Obiettivo 2016 Maurizio Ughi, che commenta così la situazione all’Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco (AGIMEG):  “Il danno è già stato fatto, chi voleva entrare non ha avuto ancora la possibilità perché le date previste dalla Legge di Stabilità 2016 non sono state rispettate. Comunque vada, il regolatore è in ritardo di un anno e tutto quello che verrà fatto è soltanto a recupero dei danni fatti”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *